“Andare all’estero” non deve essere una reazione alla crisi, ma un’azione pianificata e supportata dalle corrette informazioni. Ma non solo: tutti i processi aziendali devono entrare in un’ottica multiculturale. L’impresa maggio 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *