La notizia non è freschissima, però io ho visto questa foto solo lunedì quando il Corriere l’ha pubblicata (presa da un’altra angolatura). E’ l’unico pino sopravvissuto di un’intera pineta di 70 mila alberi piantati a difesa del mare. Ora viene accudito con amore perché rappresenta la speranza della rinascita del Giappone. A me sembra una bella metafora anche per la vita. Ognuno ha avuto (o potrà avere) uno tsunami personale, ma ci sarà sempre un pino che resisterà all’urto. Un pino da innaffiare con acqua dolce tutti giorni.

1 Comment

  • Letizia scrive:

    Sì é vero, permettimi però una digressione. Credo sia arrivato il momento di non preoccuparsi solo del nostro “giardino”: c’é una speranza per tutti noi se innaffiamo anche quello del nostro vicino. E’ necessario un cambiamento di mentalità, me ne rendo conto, ma nutro molta fiducia nelle donne e nelle persone come te. Letizia Costantini

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *